Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.
Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori informazioni.


 ::: INFANZIA :::

Progetto ASCOLTANDO S’IMPARA

Credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire a educare la mente.

La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi: essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove,

può aiutare il bambino a conoscere il mondo.
(Gianni Rodari)

 

IMG_20180406_100411
IMG_20180406_100411
IMG-20180405-WA0035
IMG-20180405-WA0035
IMG_20180407_204252
IMG_20180407_204252
IMG-20180405-WA0045
IMG-20180405-WA0045
IMG-20180405-WA0032
IMG-20180405-WA0032
IMG-20180405-WA0044
IMG-20180405-WA0044
IMG-20180405-WA0036
IMG-20180405-WA0036
IMG-20180405-WA0049
IMG-20180405-WA0049
FB_IMG_1520195799792
FB_IMG_1520195799792
IMG-20180405-WA0050
IMG-20180405-WA0050
IMG-20180405-WA0053
IMG-20180405-WA0053
IMG-20180405-WA0052
IMG-20180405-WA0052
IMG_20180412_164433
IMG_20180412_164433
IMG_20180412_171332
IMG_20180412_171332
IMG_20180412_163012
IMG_20180412_163012
IMG_20180412_171526
IMG_20180412_171526
IMG_20180412_171238
IMG_20180412_171238
IMG_20180412_171631
IMG_20180412_171631
IMG_20180412_171227
IMG_20180412_171227
Previous Next Play Pause
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

 

Per la Scuola dell’Infanzia, il laboratorio extracurriculare ASCOLTANDO S’IMPARA di n. 20 ore, è rivolto agli alunni cinquenni in difficoltà di apprendimento.

Attraverso la narrazione, potente mezzo comunicativo, si intende creare una “comunità di relazioni” capace di offrire agli alunni non soltanto la possibilità di crescita culturale ma anche l’opportunità di crescita personale e caratteriale che li metta nelle condizioni di raggiungere il proprio successo formativo e di riscattare, a partire dalla cultura, la propria condizione sociale.

Si intende offrire al bambino la possibilità di trovare nella fiaba soluzioni ai suoi problemi e alle sue paure e di acquistare, mediante processi di identificazione, fiducia in se stesso.

La finalità del progetto è quella di educare all’ascolto attraverso un viaggio narrativo piacevole, caratterizzato da una dimensione giocosa, che consente ai bambini di pensare, immaginare e creare attraverso la lingua, strumento essenziale per comunicare e conoscere.

Il viaggio magico diventa un momento di grande curvatura sulle esigenze dei bambini, dove si incontrano emozioni e relazioni dalle tonalità affettive e intense. È chiaro che un’autentica esperienza di ascolto piacevole arricchisce il bambino se ne prevede la soggettiva partecipazione alla narrazione, la piena comprensione dei significati, l’abitudine a pensare ciò che si ascolta e si vede.

Per questo motivo viene riconosciuta attenzione prioritaria alla creazione dell’ambiente della lettura, al modo in cui si legge e si parla della storia, ai modi in cui i bambini in prima persona ne parlano e se ne impossessano. “Viaggiando in tal senso”, la pratica della lettura collettiva produce stimolazione cognitiva, immaginativa, linguistica ed esiti di alfabetizzazione.

Le ricerche pionieristiche degli anni Settanta, che hanno controllato la comprensione delle storie da parte dei bambini, hanno messo in luce le forti difficoltà dei bambini svantaggiati, sotto il profilo socioculturale e linguistico, a intendere correttamente il senso delle storie e dei semplici libri che venivano loro letti. Pertanto, considerata la realtà locale nella quale s’inscrive il nostro intervento, si ritiene indispensabile offrire ai piccoli alunni del nostro istituto, l’opportunità di coltivare a scuola abilità linguistiche e comunicative trasversali a tutti gli apprendimenti, puntando su una risorsa speciale: il gruppo stesso dei bambini.

 

UN ORIZZONTE DI RIFERIMENTO: LE COMPETENZE CHIAVE

La finalità del progetto richiama le competenze-chiave definite dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell’Unione Europea (Raccomandazione del 18 dicembre 2006) nella prospettiva più ampia dell’educazione e della formazione, quella dell’educazione permanente del futuro cittadino:

-Comunicazione nella madrelingua;

- Comunicazione nelle lingue straniere;

- Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia;

- Competenza digitale;

- Imparare ad imparare;

- Competenze sociali e civiche;

- Spirito di iniziativa e imprenditorialità;

- Consapevolezza ed espressione culturale.

AREA A RISCHIO INFANZIA A.S. 2017-18

 

 

 

 

DOCENTI

TITOLO PROGETTO

AREA TEMATICA

ORE

 

MANCUSO R.

ASCOLTANDO S’IMPARA

I DISCORSI E LE PAROLE

5

 

MANZELLA C.

 

 

5

 

MELI I.

 

 

5

 

RANDISI G.

 

 

5

Tot. 20

 

 

 

 

AREA A RISCHIO SCUOLA PRIMARIA 2017-18

 

PROGETTI DI RECUPERO ABILITA’ STRUMENTALI DI BASE

 

 

 

 

 

DOCENTI

CLASSE/I

Frazioni orarie

 

 

 

CAMINITA S.

1B

5

OLIVERI M.C.

1B

5

SPANO’ G.

1B

6

CARRARA R.

1B

5

PARISI S.

1F/1E

6

FARDELLA R.

1F

5

 

 

 

SARNO C.

2B

5

TRUSSO D.

2B

5

VASSALLO M.

2E/2F

6

 

 

 

 

MACALUSO G.

3A/3B

5

MARTE A.

3B

5

PALMERI N.

3G

5

 

 

 

INGRAO G.

4B

5

BLANDA G.

4C

5

RAIA F.

4D

5

OLIVERI R.

4E

6

CALABRESE G.

4E

6

SORCI A.

4E

6

 

 

 

PIPIA A.

5A

5

MUSOTTO C.

5C

4

LUNARDI F.

5G

5

LO DICO A.

5B/5G

5

 

 

 

 

TOT. ORE

105

                                                                                                                                        

 

 

 

 

 ::: PRIMARIA :::

 

 

La nostra scuola, si configura come agenzia educativa orientata all’apprendimento significativo e cooperativo, alla continua ricerca di una didattica inclusiva che incoraggia i miglioramenti sostenibili nel produrre risultati e che pone i valori inclusivi al centro del processo di sviluppo, auspicando al diritto allo studio di tutti gli alunni in difficoltà di apprendimento.

In materia di “misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio e a forte processo immigratorio A.S. 2017/18”, sono stati attivati l’08/03/2018, i laboratori nell’ambito del Progetto per la lotta alla Dispersione Scolastica.

Dopo un’attenta analisi della situazione di partenza, valutata la F. I. di una parte dell’utenza, è stato avviato un percorso formativo volto a favorire l’inclusione di tutti gli alunni a rischio dispersione attraverso lo sviluppo delle competenze di base, soprattutto linguistiche e logico-matematiche e la promozione delle abilità pro-sociali, utili a rimuovere gli ostacoli culturali che impediscono l’esercizio pieno della cittadinanza e delle regole condivise.

Per la Scuola Primaria, sono stati avviati n. 22 Progetti di Recupero in orario antimeridiano, rivolti agli alunni segnalati in sede di GLI e/o ai bambini in difficoltà di apprendimento segnalati dai docenti curriculari e di sostegno.

I destinatari degli interventi sono:

- allievi a rischio di abbandono del percorso scolastico e formativo per elevato numero di assenze;

- allievi con ritardi significativi e frequenti attestabili quali 'sintomi' di dispersione sommersa;

- allievi con demotivazione e/o disaffezione verso lo studio e gli impegni scolastici;

- allievi con bassi livelli di competenze di base, in riferimento alla loro crescita personale per il consolidamento dell’identità, lo sviluppo dell’autonomia e la sperimentazione di esperienze di Cittadinanza;

- allievi con bassi livelli di competenze disciplinari, con particolare riferimento agli esiti in Italiano e Matematica;

- allievi in condizioni socio-economiche e culturali particolarmente svantaggiate;

- allievi in una situazione di abbandono familiare;

- allievi con esiti scolastici positivi ma con problemi relazionali;

- allievi bisognosi di azioni di orientamento.

 

Risultati attesi:

  • Superamento di situazioni di disagio scolastico.
  • Fattivo coinvolgimento degli alunni alla vita della scuola.
  • Maggiore senso di appartenenza alla comunità scolastica e al contesto territoriale.
  • Maggiore coinvolgimento, partecipazione attiva, confronto continuo e collaborazione produttiva tra operatori della comunità scolastica e famiglie.
  • Maggiore consapevolezza degli alunni nelle proprie capacità e potenzialità.
  • Buona capacità di accettare la diversità come risorsa per uno scambio costruttivo.
  • Acquisizione di modelli comportamentali positivi.
  • Collaborazione fattiva e produttiva con gli Enti e le associazioni territoriali che ruotano attorno alla scuola.
  • Innalzamento degli esiti nelle prove standardizzate in coerenza con le priorità del RAV.
  • Potenziamento delle competenze di base trasversali e disciplinari.

PROGETTI “AREA A RISCHIO”

A.S. 2017-2018 – fondi 2016-2017

 

DOCENTI PRIMARIA

TITOLO PROGETTO

Area tematica

Classe

Ore

SCIBONA MARGHERITA

Io gioco da campione!

 

Ed. motoria

I

20

VITELLARO GIUSEPPA

Favolando s’impara

 

Ed. linguistica

II

20

LUNARDI FRANCO

Gioco Matematico Didattico

 

Matematica

III

20

INGRAO GIACINTA

La scuola…palestra di vita

 

Ed. motoria

IV

20

LUNARDI FRANCO

Gioco Matematico Didattico

 

Matematica

V

20

TOT. ORE 100